LO STRESS NEI CANI

LO STRESS NEI CANI
Molti cani hanno uno stile di vita in cui vengono coccolati e viziati, con cucce morbide, bocconcini appetitosi e tanto aff etto. Ma nonostante le cure e le attenzioni, spesso subiscono stress.
Tuoni, fuochi d'artificio, l'arrivo di un nuovo bambino e altri cambiamenti nel gruppo familiare possono avere ripercussioni sul cane. Oltre a creare disagio psichico, questi eventi possono anche influire negativamente sulla salute fisica dell'animale, provocando disturbi digestivi anche gravi, con vomito e diarrea.
Se hai la sensazione che il tuo cane sia stressato, prenota una visita dal veterinario, che potrà esaminare la situazione in modo approfondito. 
Di seguito sono illustrate alcune strategie di gestione dello stress. Il veterinario potrà consigliarti quali adottare per il tuo cane.
Garantire la sicurezza dell'animale e dei membri della famiglia – Se il cane tenta di allontanarsi o scappare durante un evento stressante è meglio spostarlo in un luogo sicuro. E se reagisce allo stress in modo aggressivo, è bene che sia fisicamente separato dai potenziali bersagli dell'aggressione.
Evitare di punire il cane che mostra segni di stress – Punire un animale stressato o ansioso non solo è disumano, ma non farà che peggiorarne lo stato di stress.
Identificare e gestire i fattori di stress – L'ideale sarebbe eliminare completamente gli eventi che attivano lo stress, ma spesso non è possibile. Ad esempio, è impossibile impedire che scoppi un temporale.
Ma anche quando l'evento stressante non può essere completamente evitato, alcune modifiche ambientali possono aiutare a ridurne gli effetti. Se il cane ha paura dei tuoni, si può ad esempio spostarlo in un ambiente della casa non esposto all'esterno e creare rumore di sottofondo.
Intraprendere un programma di modifica comportamentale – Si possono utilizzare delle tecniche per desensibilizzare il cane a un fattore di stress esponendolo con intensità graduale allo stimolo che provoca la sua reazione.
Un'altra strategia è il controcondizionamento: condizionare il cane a rispondere in modo positivo allo stimolo stressante, sentendosi rilassato invece che stressato. Questo risultato si ottiene abbinando l'esposizione allo stimolo a qualcosa di piacevole, come cibo o giocattoli. Le due tecniche - desensibilizzazione e controcondizionamento – vengono spesso utilizzate insieme.
Considera alcune modifiche dello stile di vita - Proprio come per gli esseri umani, anche per i cani l'attività fisica regolare può contribuire alla complessiva riduzione dello stress. Anche l'agopuntura e la touch therapy (tecnica di contatto manuale) possono essere d'aiuto.
Sul mercato sono inoltre disponibili numerosi prodotti utili, come feromoni e altri.

Di Jacqueline Neilson, Medico Veterinario specializzata in Comportamento Animale ed ex Presidentessa dell’American College of Veterinary Behaviorists.